Spedizioni gratis, per sempre!
Spedizioni gratis, per sempre!
Carrello 0

Pubblicare un libro grazie ai social

Ho cominciato su Instagram agli inizi del 2014. Ho pubblicato la mia prima poesia o sarebbe meglio chiamarla sfogo, rabbia. Frustrazione. Paura. L'amore e la sofferenza sono state rispettivamente croce e benedizione. Agli inizi non mi seguiva quasi nessuno, gli amici mi prendevano in giro, i miei cugini, più giovani di me, m’insegnarono gli hashtag per riuscire a raggiungere il pubblico.

Con il tempo sono arrivate le prime conferme. Le altre persone mi scrivevano: le mie poesie facevano stare bene, non si sentivano soli, si riusciva a percepire l'anima. Quindi ho cominciato a crederci, ad acquisire autostima, sicurezza in me stesso. Senza rendermene conto, la poesia mi stava salvando la vita. Corre l'anno 2015 e rincontro l'amore.

Il mio stile di scrittura cambia di nuovo. Inizio a scrivere di romanticismo, quotidianità. Bellezza. Per un annetto sembra andare tutto bene, il mio piccolo pubblico di circa 2000 persone era molto entusiasta e felice per me, gli affezionati rimangono, tutti gli altri smettono di seguirmi. Anno 2016-2017, la mia ispirazione sparisce completamente, la vita stessa, le difficoltà, m'impediscono di scrivere contenuti validi. Decido di abbandonare tutto, per circa un anno e mezzo il mio profilo viene abbandonato.

Non ci credevo più. Mi dicevo che con la scrittura non sarei andato da nessuna parte. Ottobre 2017. Durante una notte insonne piena di incubi decido di alzarmi dal letto e accendere il PC. Comincio a scrivere. "Io non scrivo". Era il mio primo libro di poesie e racconti scritti di pancia. il libro esce a febbraio 2018. Erano quattro anni di sacrifici, un concentrato di emozioni. vende centinaia di coppia nei primi mesi. Molte copie le portavo a casa delle persone facendogli la dedica lì davanti. Il mio modesto pubblico non aspettava altro che questo.

Stiamo parlando di meno di 2 anni fa. Nel frattempo escono altri tre libri. Piccoli gioielli. Però manca qualcosa: la sofferenza, il bisogno dell'anima di raccontare. Siamo agli inizi del 2019 quando un'altra delusione d'amore mi colpisce. Dal dolore dell'abbandono nasce un nuovo libro. È qualcosa di diverso, perché racconto della Rinascita, lo faccio con delle affermazioni positive e con delle poesie motivazionali, con dei piccoli racconti! Dei pensieri al sole, appunto. Arcangelo Caiazzo (Scouter Editoriale) mi contatta e mi suggerisce di presentarlo ad Alessandro Alise. Un editore che si occupa di progetti innovativi, libri scritti con cura e con anima. L'editore perfetto per me. Chi l'avrebbe mai detto che il nome della mia pagina avrebbe segnato il mio destino? Chi l'avrebbe mai detto che da un anno a questa parte, il mio profilo Instagram sarebbe esploso?

I lettori aumentano sempre di più, il mio lavoro si perfeziona, e si adatta alle mie esigenze, ma anche a quello del mio pubblico. Firmo il contratto ed entro nel mondo dell'editoria.

Qualsiasi sia il tuo sogno, non permettere a nessuno di infrangerlo. Che sia una donna o un uomo. Non fermarti. Credi in te stesso e persevera nelle tue scelte. Sempre. La tua occasione arriverà, ma abbi fede in te stesso!

✍🏻- Gio Filipponi (@pensierialsole)